Ustica, Hotel San Bartolomeo. Nuovo crollo al muro di falsita’. Ecco la verita’

PROPRIETA'

CONERVATORIA  RR.II. PALERMO- trascrizione titolo di proprieta’ in favore di Baldassare Bonura

Visto l’accertamento alla Conservatoria di Palermo, il Comune non ha alcun titolo di proprieta

Visti articoli e post, sull’Hotel San Bartolomeo di Ustica, diffusi su Internet e Facebook, da giornalisti non documentati ( e percio’ denunciati con iscrizione al registro degli indagati), e pure da sedicenti cronisti, preciso quanto gia’ trasmesso con diffida al Sindaco di Ustica via pec e a tutti i suoi Organi esecutivi, unitamente a quelli del controllo ed inquirenti, e pubblico tutti i documenti: in particolare LEGGI la perizia autorizzata dal Comune di Ustica che accerto’ la conformita’ dell’Hotel San Bartolomeo e dunque obbligava al rilascio dell’abitabilita’ per legge “.

CONSERVATORIA ANNULLAMENTO ACQUISIZIONE AL GRATUITO PATRIMONIO DEL COMUNE DI USTICA

CONSERVATORIA ANNULLAMENTO ACQUISIZIONE AL GRATUITO PATRIMONIO DEL COMUNE DI USTICA

CONSERVATORIA DI PALERMO - cancellazione acquisizione al patrimonio del Comune di Ustica

CONSERVATORIA PALERMO – cancellazione acquisizione al patrimonio del Comune di Ustica del 21 aprile 2000 

Continua a leggere

Pubblicato in caso giudiziario, Hotel San Bartolomeo, Storie Vere, Ustica, Ustica Hotel San Bartolomeo | Lascia un commento

Ustica, Hotel San Bartolomeo, annullata sentenza in favore del Comune

 

Pagine da sentenza usucapione amnnullata

La Corte di Appello di Palermo, con sentenza del Collegio della II^ Sezione Civile emessa il 14 giugno 2019, ha accolto pienamente le ragioni dell’appello proposto dalla difesa del sig. Baldassare Bonura, poste a base della richiesta di annullamento della sentenza di primo grado n. 2952/2015. Il procedimento civile, cinque anni fa, era stato attivato da Bonura, previa Mediazione obbligatoria in materia di diritti reali, per la sentenza dichiarativa del diritto di usucapione sull’Hotel San Bartolomeo, visti i decorsi piu’ di venti anni di possesso dell’immobile, con trascrizione ipotecaria nei Registri Immobiliari di Palermo in suo favore.

Quindi la Corte ha dichiarato la nullita’ della sentenza di primo grado, che era esitata in favore del Comune di Ustica, perche’ viziata da “motivazione apparente e perche’ priva della concisa esposizione delle ragioni di fatto e di diritto poste a base della decisione in ossequio all’art. 132 c.p.c..

Così motiva il Collegio l’annullamento accogliendo l’appello di Bonura: “Infatti, all’infuori dell’ipotesi di mancanza di sottoscrizione del giudice, espressamente prevista dal secondo comma dell’art. 161 c.p.c. è possibile, quindi, configurare altri casi di inesistenza della sentenza tutte le volte che la medesima difetti di quel minimo di elementi e presupposti necessari per produrre quell’effetto di certezza giuridica che è lo scopo del giudicato”.

Dunque per l’effetto il Collegio “rimette il giudizio al Tribunale di Palermo presso il quale la causa dovra’ essere riassunta nei termini previsti dalla legge decorrenti dalla comunicazione della presente sentenza. Dichiara compensate integralmente tra le parti le spese del presente procedimento”.

Ustica – Hotel San Bartolomeo, cancellate le trascrizioni di acquisizione gratuita del Comune

Ustica – Hotel San Bartolomeo, difetto di posizione giuridica del Comune di Ustica (PA)

Pubblicato in caso giudiziario, Giustizia, Hotel San Bartolomeo, Storie Vere, Ultimissime, Ustica, Ustica Hotel San Bartolomeo | Lascia un commento

Ustica, crollo al muro di falsita’ sull’hotel San Bartolomeo. Ecco la verita’. L’hotel non e’ del Comune

CONSERVATORIA DI PALERMO - cancellazione acquisizione al patrimonio del Comune di Ustica

CONSERVATORIA DI PALERMO – cancellazione acquisizione al patrimonio del Comune di Ustica

Visto l’accertamento alla Conservatoria di Palermo, il Comune non ha alcun titolo di proprieta

Visti articoli e post, sull’Hotel San Bartolomeo di Ustica, diffusi su Internet e Facebook, da giornalisti non documentati ( e percio’ denunciati con iscrizione al registro degli indagati), e pure da sedicenti cronisti, preciso quanto gia’ trasmesso con diffida al Sindaco di Ustica via pec e a tutti i suoi Organi esecutivi, unitamente a quelli del controllo ed inquirenti, e pubblico tutti i documenti: in particolare LEGGI la perizia autorizzata dal Comune di Ustica che accerto’ la conformita’ dell’Hotel San Bartolomeo e dunque obbligava al rilascio dell’abitabilita’ per legge “.

Pagine 1 sentenza Nozzetti 2011Pagine 5 sentenza Nozzetti 2011-2

Come recentemente il mio difensore ha accertato, questa sentenza del 2011, per legge, ha effetti irreversibili a sfavore del reclamato diritto possessorio da parte della Pubblica Amministrazione che, a seguito di condanna civile e penale, e’ stata gia’ prima oggetto esproprio. Questo accertamento avra’ le dovute conseguenze in sede civile, e anche, contro chi ha proceduto penalmente contro il sottoscritto senza averne titolo, e contro chi (ex vicesindaco-pescatore ricandidato ed ex sindaco) ha diffuso su Internet notizie false, infamanti e fuorvianti.

Brevemente, nei fatti, il difensore del Comune di Ustica ha omesso al Giudice cautelare, interpellato nel 2016 contro il sottoscritto, di non avere alcun titolo per la reintegra in un possesso dell’Hotel. Per tali profili di illegittimità dell’ordinanza cautelare, il sottoscritto ha sporto denuncia per l’esecuzione di un’ordinanza di reintegra di un possesso mai detenuto dalla P.A.

Rilevandosi, infine che, visto l’accertamento alla Conservatoria di Palermo, il Comune non ha alcun titolo di proprieta’. Come risulta nei pubblici registri del RR.II di Palermo: tutte le trascrizioni delle acquisizioni in favore del Comune di Ustica sono state cancellate nel 2005.

Il Comune di Ustica e' stato espropriato a seguito di condanna civile e penale nel contenzioso per il possesso dell'immobile Hotel San Bartolomeo

Il Comune di Ustica era gia’ stato espropriato da terzi a seguito di condanna civile e penale nel contenzioso per il possesso dell’immobile Hotel San Bartolomeo

Comune di Ustica determinazione rubbio 2Comune di Ustica determinazione rubbio 3Comune di Ustica determinazione rubbio 4

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Con amarezza e rammarico, per come conservo il ricordo della Sua famiglia, ho dovuto prendere atto che anche l’attuale Sindaco non ha alcuna intenzione di accertare la Verità documentata nei Pubblici Uffici della Regione Siciliana (Genio Civile) che attestano OGGI, così come aveva gia’ accertato il giudice Dott. Paolo Borsellino nel 1982, la piena regolarità dell’albergo ( e non ex hotel), così come 36 anni fa aveva confermato il Genio Civile (14 giugno 1983) rilasciando Conformita’ e Collaudo statico. A ciò si aggiunga l’incompetenza del Giudice civile e ordinario in merito all’abusivismo edilizio in zona sismica ai sensi della L.64/74 e del D.P.R. 380/2001, e tanto meno quella di un pubblico amministratore, in assenza di sentenza di condanna penale passata in giudicato per il reato di abusivismo edilizio, visto che l’ordine del Giudice Penale di demolizione delle opere eseguite e’ l’unico atto che costituisce titolo esclusivo per la trascrizione nei RR.II. etc…etc…!!. Baldassare Bonura

Pubblicato in caso giudiziario, Comunicati, Giustizia, Hotel San Bartolomeo, Intervista, Storie Vere, Ultimissime, Ustica, Ustica Hotel San Bartolomeo | Lascia un commento

Ustica – Hotel San Bartolomeo, cancellate le trascrizioni di acquisizione gratuita del Comune

All 2 bis cancellazione acquisizione al patrimonio_Pagina_1

CONSERVATORIA DI PALERMO - cancellazione acquisizione al patrimonio del Comune di Ustica

CONSERVATORIA DI PALERMO – 2005 – cancellazione acquisizione al patrimonio del Comune di Ustica

Come da documento sopra pubblicato, a seguito di diffida del Sig. Baldassare Bonura trasmessa all’Agenzia del Territorio di Palermo, il Conservatore attestava che dal 2005 per ordine del DECRETO DEL TRIBUNALE CIVILE DI PALERMO: “…questo Ufficio ha gia’ provveduto all’annullamento (cancellazione) di tutte le trascrizioni di acquisizione gratuita al patrimonio del Comune di Ustica”. Questo Ufficio dando seguito al decreto sopra indicato il giorno 15/04/2005 ha eseguito gli annullamenti delle trascrizioni sopra elencate con le annotazioni aventi il numero particolare dal 2002 al 2009”. In particolare e’ stata annullata (cancellata) l’acqusizione del 21 aprile 2000 .

Inoltre il sig. Bonura, giusto accertamento documentale e tecnico presso i pubblici uffici della Conservatoria di Palermo e del Genio Civile di Palermo, e’ il legittimo proprietario come da titolo trascritto presso la Conservatoria dei Registri immobiliari di Palermo; diritto di proprieta’ che il Comune di Ustica sine titulo continua a molestare vantando delibere/comodati inefficaci e annullati;  atti amministrativi , ad oggi, sub judice per falsita’ dopo essere stato pure espropriato di ogni diritto.

cancellazione trascrizione dai RR.II. di Palermo_Pagina_1cancellazione trascrizione dai RR.II. di Palermo_Pagina_2

Dunque, il Comune di Ustica, non solo non detiene la PROPRIETA’ dell’Hotel, ma ha avuto annullate tutte le trascrizioni dell’immissione in possesso; in particolare quella del 24.04.2002, tra l’altro, denunciata dal Sig. Bonura, perche’ configurante una vera e propria “invasione di proprieta’ privata”, reato non soggetto a prescrizione.

L’immobile  NON E’ MAI STATO DESTINATO A NESSUNA ATTIVITA’ DI PUBBLICA UTILITA’, infatti tutta la Comunita’ usticese ne è testimone

Nessun locale dell’hotel sarebbe risultato effettivamente destinato a svolgere le attivita’ solo verbalmente rappresentate dalla difesa del Comune: tutto cio’, giuridicamente, e’ confermato dal Decreto n. 5371/2004 del Tribunale di Palermo – Sez. fallimentare (pag. 8) che respingeva IL RECLAMO PER LA REINTEGRA NEL POSSESSO al comune per non effettività delle destinazioni d’uso pubblico dell’hotel” (tra l’altro le relative trascrizioni sono state tutte cancellate dalla Conservatoria di Palermo sin dal 2005).Nel 2011, con sentenza passata in giudicato, IL POSSESSO VENIVA NUOVAMENTE RESPINTO AL COMUNE DI USTICA.

Reintegra nel possesso respinta al Comune di Ustica - Decreto del tribunale di Palermo sez. Fallimenti 2004

Reintegra nel possesso respinta al Comune di Ustica – Decreto del tribunale di Palermo sez. Fallimenti 2004

jpeg Decreto 2004 pag 2 ritagliata

 

Il Comune di Ustica e' stato espropriato a seguito di condanna civile e penale nel contenzioso per il possesso dell'immobile Hotel San Bartolomeo

Il Comune di Ustica e’ stato espropriato a seguito di condanna civile e penale nel contenzioso per il possesso dell’immobile Hotel San Bartolomeo

Comune di Ustica determinazione rubbio 2Comune di Ustica determinazione rubbio 3Comune di Ustica determinazione rubbio 4

Pubblicato in caso giudiziario, Comunicati, Storie Vere, Ultimissime, Ustica Hotel San Bartolomeo | Lascia un commento

Ustica – Hotel San Bartolomeo, difetto di posizione giuridica del Comune di Ustica (PA)

Pagine 1 sentenza Nozzetti 2011

In merito alle questioni giuridiche pendenti , ad oggi, sull’hotel San Bartolomeo di Ustica, come recentemente accertato dai difensori del Sig. Baldassare Bonura, si è reso noto, sia in atti dei processi civili sia in denuncia alle autorità inquirenti, che il Comune di Ustica, giusta sentenza passata in giudicato, non dispone giuridicamente del possesso dell’immobile avendo perso, nel 2011, il giudizio di reintegra nel possesso contro terzi (contenzioso iniziato nel 2005) venendo infine espropriato nel 2012. Anche questi soggetti terzi hanno visto prescriversi il diritto possessorio, non avendolo reclamato nei termini di legge.

Pagine 5 sentenza Nozzetti 2011-2

 

 

 

 

 

Dispositivo della sentenza civile, INTER ALIAS, passata in giudicato, recante il N.3858/2011, Cron. 9582/2011 Rep. 2587/2011, depositata il 18.08.2011 e iscritta al N. 7077 del Reg. Gen. Affari civili dell’anno 2005.

In effetti, i difensori del Sig.  Bonura, recentemente,  hanno accertato l’assenza di titolo di possesso della P.A. valido per la richiesta, proposta nel 2016  contro Bonura, di “reintegra nel possesso” di un bene giuridicamente non posseduto dalla Stessa P.A. Di questo giudicato del 2011 la P.A. non poteva non sapere; per ipotesi di truffa e di frode processuale, volta alla locupletazione di un bene della famiglia Bonura, e’ già stata sporta denuncia all’autorità giudiziaria.

Il dispositivo della sentenza del 2011 respinge la “richiesta di reintegra nel possesso” del Comune di Ustica, parte attrice, contro tal SABO s.r.l., parte convenuta. Il difetto della posizione giuridica del Comune di Ustica non e’ stato accertato dal giudice cautelare, e per questo, e tanto altro, sono stati chiesti accertamenti anche in sede penale.

Inoltre, in sede civile, come e’ gia’ stato prodotto in atti ai giudici collegiali competenti, nel 2005 sono state annullate tutte le trascrizioni in favore del Comune usticese, insieme alle delibere e ai comodati d’uso emessi sull’Hotel San Bartolomeo (destinatari: Centro Studi, Gabbiano Reale, Gruppo bandistico, “magazzino”…) con ordine di cancellazione al Registro Immobiliare disposto con Decreto del Tribunale di Palermo.  Infine, un precedente Decreto del 2004, emesso dal Giudice della Sezione fallimentare di Palermo, dichiarava: “prive di efficacia effettiva” le destinazioni d’uso predette. Anche questi fatti giuridici, inequivocabili, sono stati posti a conoscenza dei giudici collegiali competenti per prenderne atto in modo terzo e imparziale.

L’immobile  NON E’ MAI STATO DESTINATO A NESSUNA ATTIVITA’ DI PUBBLICA UTILITA’, infatti tutta la Comunita’ usticese ne è testimone.

Nessun locale dell’hotel sarebbe risultato effettivamente destinato a svolgere le attivita’ solo verbalmente rappresentate dalla difesa del Comune: tutto cio’, giuridicamente, e’ confermato dal Decreto n. 5371/2004 del Tribunale di Palermo – Sez. fallimentare (pag. 8) che respingeva IL RECLAMO PER LA REINTEGRA NEL POSSESSO al comune “per non effettività delle destinazioni d’uso pubblico dell’hotel” (tra l’altro le relative trascrizioni sono state tutte cancellate dalla Conservatoria di Palermo sin dal 2005). Nel 2011, come detto, IL POSSESSO VENIVA NUOVAMENTE RESPINTO AL COMUNE DI USTICA.

Reintegra nel possesso respinta al Comune di Ustica - Decreto del tribunale di Palermo sez. Fallimenti 2004

Reintegra nel possesso respinta al Comune di Ustica – Decreto del tribunale di Palermo sez. Fallimenti 2004

jpeg Decreto 2004 pag 2 ritagliata

Il Comune di Ustica e' stato espropriato a seguito di condanna civile e penale nel contenzioso per il possesso dell'immobile Hotel San Bartolomeo

Il Comune di Ustica e’ stato espropriato a seguito di condanna civile e penale nel contenzioso per il possesso dell’immobile Hotel San Bartolomeo

Comune di Ustica determinazione rubbio 2Comune di Ustica determinazione rubbio 3Comune di Ustica determinazione rubbio 4

Pubblicato in Comunicati, Giustizia, Storie Vere, Ultimissime, Ustica Hotel San Bartolomeo | Lascia un commento

Ustica. Il caso giudiziario dell’Hotel San Bartolomeo. Di chi e’ la regia di tutto questo?

Certificato-di-conformità-uff-del-Genio-Civile-1983_

Hotel San Bartolomeo Certificato di Conformità Genio Civile di Palermo 14 Giugno 1983

Rilascio art. 18 autorizzazione inizio lavori Genio Civile 1 ottobre 1980

Rilascio art. 18 autorizzazione inizio lavori Genio Civile
1 ottobre 1980

I Sindaci del Comune di Ustica, sino ad oggi, “non possono non sapere” che l’albergo San Bartolomeo aveva regolarmente ottenuto il Nulla Osta del Genio Civile l’1 ottobre 1980 (ex art. 18 della Legge 64/1974); “non possono non sapere” che era stata rilasciata la Conformita’ in data 14 giugno 1983 insieme al collaudo statico delle opere. Ecco il perche’.

CONSERVATORIA DI PALERMO - cancellazione acquisizione al patrimonio del Comune di Ustica

CONSERVATORIA DI PALERMO – cancellazione acquisizione al patrimonio del Comune di Ustica

Ustica – Hotel San Bartolomeo, cancellate le trascrizioni di acquisizione gratuita del Comune

Pubblico la raccomandata inviata dall’allora mio difensore Avv.to Meli al Comune di Ustica, nell’ottobre 1983, in cui chiedeva di annullare in autotutela l’ordinanza di demolizione del Sindaco Vito Ailara  del 5 novembre 1981 “per decadenza della concessione edilizia per mancato inizio dei lavori entro l’anno, vista la Conformita’ rilasciata il 14 giugno 1983 dal Genio Civile di Palermo sulla pratica Hotel San Bartolomeo, che dunque non era abusivo ne’ la concessione edilizia era decaduta. In allegato l’avvocato trasmetteva i documenti prodotti al TAR che aveva sospeso i provvedimenti amministrativi: l’ordinanza Ailara n.22/1981 di demolizione; la Conformita’ del 1983, il Nulla Osta del 1980 ex art. 18 L.64/1974 e i riferimenti legislativi che confermavano la piena efficacia della mia concessione edilizia n.331/1978. Seguì il Silenzio del Comune, unitamente al mancato rilascio dell’abitabilita’, che per legge era dovuta, e che poi fu rilasciata dal Comune di Ustica al curatore fallimentare solo successivamente nel 1989, su perizie tecniche ordinate e protocollate dallo stesso Comune e citate nel certificato di abitabilita’.

Ustica. Hotel San Bartolomeo. Il perito: “non è abusivo”

Hotel San Bartolomeo, abnorme caso giudiziario

Ustica – Hotel San Bartolomeo, difetto di posizione giuridica del Comune di Ustica (PA)

Ustica, Hotel San Bartolomeo, annullata sentenza in favore del Comune

Ustica, crollo al muro di falsita’ sull’hotel San Bartolomeo. Ecco la verita’

Ustica caso giudiziario – nella sentenza del 1993 di assoluzione dei fratelli Bonura fatti rilevanti

Ustica Hotel San Bartolomeo, nell’estate del ’92 il Comune lo voleva acquistare

Ustica-Hotel San Bartolomeo Caso giudiziario-documenti causa contro Comune +2

Ustica, Hotel San Bartolomeo. Il GIP: “gravi errori civili e amministrativi”

Continua a leggere

Pubblicato in Comunicati, Senza categoria, Storie Vere, Ultimissime, Ustica Hotel San Bartolomeo | Lascia un commento

Ustica – Il caso giudiziario – Hotel San Bartolomeo: edificato ex lege 64/1974. A.R.I.G.MYBLOG

Accesso Atti presso il Genio Civile di Palermo 7 settembre 2017

Accesso Atti presso il Genio Civile di Palermo 7 settembre 2017

 

 

 

 

 

 

 

 

Genio Civile - Hotel San Bartolomeo - Conformita' e Collaudo statico - Trasmissione al Comune di Ustica e alla Prefettura di Palermo 14 giugno 1983

Genio Civile – Hotel San Bartolomeo – Conformita’ e Collaudo statico – Trasmissione al Comune di Ustica e alla Prefettura di Palermo 14 giugno 1983

LEGGI Hotel San Bartolomeo cancellate alla Conservatoria RR.II. di palermo tutte le trascrizioni in favore del Comune di Ustica 

Il Genio Civile di Palermo ha rilasciato conformità e collaudo statico nel 1983. La verita’ e’ venuta a galla, ed e’ pure certificata. Sono riemersi tutti i documenti per sbrogliare “la matassa”. Dal rilascio del Nulla Osta, l’1.10.1980, ad oggi tutti i sindaci di Ustica, pur avendo ricevuto gli atti amministrativi del Genio Civile di Palermo, hanno disapplicato la legge nazionale antisismica n.64/1974 che, con l’art.18, sospende le decorrenza di una concessione edilizia (annuale) sino al giorno dell’autorizzazione (Nulla Osta).Sino ad oggi la Prefettura di Palermo, che quei documenti ha ricevuto, non si e’ attivata per i dovuti provvedimenti sull’operato della P.A. di Ustica.

Conformita' rilasciata dal Genio Civile di Palermo

Genio Civile di Palermo –  Autorizzazione ex L 64/1974 -Trasmissione al Comune di Ustica

Certificato di conformità Genio-Civile-1983-trasmesso al Sindaco del Comune di Ustica e alla Prefettura di Palermo

Certificato di conformità Genio-Civile-14 giugno 1983-trasmesso al Sindaco del Comune di Ustica e alla Prefettura di Palermo

Si rende pubblico il documento, relativo all’accesso atti, del 7 settembre 2017, svolto dal Sig. Bonura Baldassare presso il Genio Civile di Palermo, relativamente alla pratica “Hotel San Bartolomeo” sito in Ustica (Pa).
Il documento, costituente un atto amministrativo vero, incontestabile e definitivo, e’ stato, già da tempo, depositato nei procedimenti penali e civili, oggi, pendenti, tra il Sig. Bonura Baldassare e il Comune di Ustica, presso la Procura della Repubblica e presso la Corte d’Appello del Tribunale di Palermo, ed e’ stato trasmesso, contestualmente, alla Prefettura di Palermo. Anche questi documenti sono stati immediatamente trasmessi agli Organi del Controllo per l’accertamento delle pretese del Comune di Ustica su un immobile alberghiero che non e’ abusivo e che è stato costruito secondo la legge vigente.
L’accesso atti presso il Genio Civile è stato espletato dal Sig. Bonura Baldassare a difesa del diritto reale in capo all’albergo, di cui il Comune di Ustica, ad oggi, non detiene alcun titolo certo di proprieta’. E’ stata dunque accertata l’esistenza della documentazione attestante la conformità dell’ “Hotel San Bartolomeo” ed il collaudo statico dell’albergo finito di costruire, in data 24 novembre 1982, secondo la Legge n. 64 del 1974 vigente in zona sismica, come da tavole tecniche del progetto originario bollato e vidimato dal Genio Civile, che poi lo trasmetteva validato con Nulla Osta al Comune di Ustica ed alla Prefettura di Palermo.
Scrive, infatti, il Dirigente del G.C. di Palermo: “Agli atti di questo ufficio risulta presentata istanza di autorizzazione d’inizio lavori di cui al prot. N. 12467 del 05/07/1977. Risulta inoltre richiesta di certificato di conformità per i lavori di cui al N.O. n. 17844 del 01/10/1980 e rilascio certificato di conformità e collaudo prot. N. 11311 del 14/06/1983”.

Quanto rinvenuto presso il Genio Civile, inconfutabilmente, accerta la piena efficacia della concessione edilizia n. 331/1978 che, in zona sismica, prende efficacia solo dopo il rilascio del Nulla Osta del Genio Civile, e mai prima di esso (diversamente si incorre nel reato di abusivismo). Prescrizione di legge che, ad Ustica, l’Hotel San Bartolomeo ha pienamente rispettato.

Questo dato di fatto e di diritto e’ stato dettagliatamente accertato, pure, dalla perizia fatta svolgere sull’albergo, in sede penale, dal Giudice Dott. Paolo Borsellino, che ne attesto’ “la conformita’ delle opere realizzate alle autorizzazioni ottenute”.

Documento della Polizia Municipale di Ustica prot. n. 4528 del 27 agosto 2007, documento estratto dall'indagine difensiva in favore di Baldassare Bonura nel proc. pen. n. 10982/2006 contro A.V. + altri archiviato dalla Procura della Repubblica di Palermo: “non esistono agli atti in possesso di quest’Ufficio verbali di abuso edilizio trasmessi ad Autorita’ Giudiziaria”.

Documento della Polizia Municipale di Ustica prot. n. 4528 del 27 agosto 2007, documento estratto dall’indagine difensiva in favore di Baldassare Bonura nel proc. pen. n. 10982/2006 contro A.V. + altri archiviato dalla Procura della Repubblica di Palermo: “non esistono agli atti in possesso di quest’Ufficio verbali di abuso edilizio trasmessi ad Autorita’ Giudiziaria”.

Leggi tutto

Ustica – Hotel San Bartolomeo, difetto di posizione giuridica del Comune di Ustica (PA)

Ustica, Hotel San Bartolomeo, nell’estate del ’92 il Comune lo voleva acquistare 

Pubblicato in Comunicati, Senza categoria, Storie Vere, Ultimissime, Ustica Hotel San Bartolomeo | Lascia un commento

Ustica Hotel San Bartolomeo, regolarità urbanistica, sismica, e sicurezza antincendio

RICHIESTA ACCESSO ATTI VVFF PER FACEBOOKA ulteriore dimostrazione della piena regolarità dell’Hotel San Bartolomeo di Ustica (ultimato in data 24/11/1982 secondo Legge sismica n. 64/1974), si pubblica la “certificazione di prevenzione incendi” accertata dal Sig. Baldassare Bonura, in data 28 agosto 2017, in sede di regolare “Accesso Atti “ presso il Comando Provinciale Vigili del Fuoco di Palermo.
Quindi OGGI gli Uffici della Protezione Civile, così come quelli del Genio Civile di Palermo, hanno confermato la “pratica edilizia dell’ “Hotel San Bartolomeo” con il relativo rilascio  di autorizzazione del 4/08/1984.

Anche questi documenti sono stati immediatamente trasmessi alla Prefettura di Palermo, agli Organi di controllo e nelle sedi civili e penali dove sono attualmente pendenti i processi tra il Sig. Bonura Baldassare e la PA di Ustica. 
Frontespizi Prog e Calcoli CA B_Pagina_3Frontespizi Prog e Calcoli CA B_Pagina_4

 

 

 

 

 

Frontespizi Prog e Calcoli CA B_Pagina_2

 

Frontespizi Prog e Calcoli CA B_Pagina_1Le attestazioni documentali ottenute nel corso del 2017, ed altre ancora in corso di accertamento tecnico, spiegano lo stizzoso quanto pedissequo silenzio tenuto invece dagli Uffici dell’UTC di Ustica al quale, in pari data, è stata fatta da Baldassare Bonura regolare richiesta di Accesso Civico Generalizzato ( di seguito pubblicato), per visionare la “pratica edilizia Hotel San Bartolomeo n.331 del 31 agosto 1978”. La suddetta richiesta illegittimamente è rimasta inevasa quanto dall’UTC quanto dall’uscente Sindaco pro tempoAccesso civico generalizzato agli atti Comune di Ustica_Pagina_3re di Ustica.

accesso atti oscurato

Accesso civico generalizzato agli atti Comune di Ustica_Pagina_2

Documento della Polizia Municipale di Ustica prot. n. 4528 del 27 agosto 2007, documento estratto dall'indagine difensiva in favore di Baldassare Bonura nel proc. pen. n. 10982/2006 contro A.V. + altri archiviato dalla Procura della Repubblica di Palermo: “non esistono agli atti in possesso di quest’Ufficio verbali di abuso edilizio trasmessi ad Autorita’ Giudiziaria”.

Documento della Polizia Municipale di Ustica prot. n. 4528 del 27 agosto 2007, documento estratto dall’indagine difensiva in favore di Baldassare Bonura nel proc. pen. n. 10982/2006 contro A.V. + altri archiviato dalla Procura della Repubblica di Palermo: “non esistono agli atti in possesso di quest’Ufficio verbali di abuso edilizio trasmessi ad Autorita’ Giudiziaria”.

Pubblicato in Comunicati, Storie Vere, Ultimissime, Ustica Hotel San Bartolomeo | Lascia un commento

Hotel San Bartolomeo – Ustica: il Genio Civile ha rilasciato conformità e collaudo nel 1983.

 

Accesso Atti presso il Genio Civile di Palermo 7 settembre 2017

Accesso Atti presso il Genio Civile di Palermo 7 settembre 2017

Si rende pubblico il documento, già da tempo depositato nei procedimenti penali e civili pendenti presso la Procura della Repubblica ed il Tribunale di Palermo, nonche’ trasmesso contestualmente alla Prefettura di Palermo, relativo all’accesso atti del 7 settembre 2017 del Sig. Bonura Baldassare presso il Genio Civile di Palermo, relativamente alla pratica “Hotel San Bartolomeo” sito in Ustica (Pa).

Genio Civile - Hotel San Bartolomeo - Conformita' e Collaudo statico - Trasmissione al Comune di Ustica e alla Prefettura di Palermo 14 giugno 1983

Genio Civile – Hotel San Bartolomeo – Conformita’ e Collaudo statico – Trasmissione al Comune di Ustica e alla Prefettura di Palermo 14 giugno 1983

L’accesso atti è stato espletato dal Sig. Bonura Baldassare a difesa del diritto reale in capo all’albergo, per accertare l’esistenza della documentazione attestante la conformità dell’ “Hotel San Bartolomeo” ed il collaudo dello stesso edificato in c.a. secondo la Legge n. 64 del 1974 vigente in zona sismica.

Scrive il Dirigente del G.C. di Palermo: “Agli atti di questo ufficio risulta presentata istanza di autorizzazione d’inizio lavori di cui al prot. N. 12467 del 05/07/1977. Risulta inoltre richiesta di certificato di conformità per i lavori di cui al N.O. n. 17844 del 01/10/1980 e rilascio certificato di conformità e collaudo prot. N. 11311 del 14/06/1983”.

Certificato-di-conformità-uff-del-Genio-Civile-1983_

Certificato-di-conformità-Uff-del-Genio-Civile-14 giugno 1983

 

 

 

 

 

 

 

 

Documento della Polizia Municipale di Ustica prot. n. 4528 del 27 agosto 2007, documento estratto dall'indagine difensiva in favore di Baldassare Bonura nel proc. pen. n. 10982/2006 contro A.V. + altri archiviato dalla Procura della Repubblica di Palermo: “non esistono agli atti in possesso di quest’Ufficio verbali di abuso edilizio trasmessi ad Autorita’ Giudiziaria”.

Documento della Polizia Municipale di Ustica prot. n. 4528 del 27 agosto 2007, documento estratto dall’indagine difensiva in favore di Baldassare Bonura nel proc. pen. n. 10982/2006 contro A.V. + altri archiviato dalla Procura della Repubblica di Palermo: “non esistono agli atti in possesso di quest’Ufficio verbali di abuso edilizio trasmessi ad Autorita’ Giudiziaria”.

Certificato di conformità Genio Civile 14 giugno 1983

Certificato di conformità Genio Civile 14 giugno 1983

Ciò corrisponde, e quindi attesta veridicità, a quanto, da tempo, già trasmesso dal Sig. Bonura a tutti gli Organi Inquirenti, di Governo e di Controllo, ovvero al fatto che a quella data, 14 giugno 1983, non solo al Sig. Bonura, ma anche alla Prefettura di Palermo e al Sindaco del Comune di Ustica veniva trasmesso il documento dal Genio Civile attestante il certificato di conformità e di collaudo dell’Hotel San Bartolomeo: tant’è che al Genio Civile OGGI l’albergo non risulta abusivo. Infatti, negli uffici del Genio Civile risultano esistenti i fogli del registro cartaceo sui quali vennero annotate le istanze ed i protocolli dei documenti in questione, che quindi attestano la piena regolarità dell’Hotel San Bartolomeo di Ustica, seppure “sprovvisti di posizione di archivio”.

Vista la “negligenza” con cui alcuni giornalisti di talune testate locali hanno pubblicato articoli sull’Hotel San Bartolomeo, senza interpellare il proprietario, né quindi accertando fonti e documenti riguardanti l’intera pratica edilizia dello stesso, si è ritenuto doveroso rendere pubblica questa ennesima prova della piena regolarità dell’Hotel San Bartolomeo 4 stelle di Ustica, che si è voluto far chiudere con un guazzabuglio di errori firmati da provetti quanto noti “azzeccagarbugli”  che, prove alla mano, meritano questa sempreverde citazione manzoniana.

All.-n-14-Perizia-Riina_Pagina_01

 Ustica. Hotel San Bartolomeo. Il perito: “non è abusivo”

Perizia tecnica sulla Concessione Edilizia n. 331 Bonura – disposta dal Comune di Ustica, a seguito di nota n. 4415 del 6 luglio 1985 inviata al Collegio dei Geometri della Provincia di Palermo, la cui risposta fu protocollata al Comune il 3 agosto 1985 con Prot. N° 5077.

Così scrive il Geometra: in merito all’ “INIZIO DEI LAVORI”:

• Come detto precedentemente, la concessione n. 331 fu rilasciata dal Comune in base al progetto presentato dai concessionari e munito del visto n. 12467 dell’Ufficio del Genio Civile del 5.7.I977 soltanto ai sensi dell’art. I7 della legge 2.2.1974 n. 64.

• In tale visto l’Ufficio del Genio Civile nel prescrivere la esecuzione di alcuni adempimenti da parte dei concessionari (indagini geognostiche da effettuare a seguito degli scavi di sbancamento ed in base ai quali risultati confermare i calcoli di staticità e l’adozione delle strutture di fondazioni con travate anche perimetrali da cui inizino le armature dei pilastri), subordinava a tali adempimenti la autorizzazione ad iniziare i lavori ai sensi dell’art. 18 della legge 2.2.1974 n. 64.

•L’art. I8 della sopracitata legge recita testualmente “FERMO RESTANDO L’OBBLIGO DELLA LICENZA EDILIZIA DI COSTRUZIONE PREVISTA DALLA VIGENTE LEGGE URBANISTICA, NELLE LOCALITA’ SISMICHE…NON SI POSSONO INIZIARE I LAVORI SENZA AUTORIZZAZIONE SCRITTA DALL’UFFICIO DEL GENIO CIVILE.

Conclude il Geometra : “DA QUANTO ESPOSTO SOPRA NE CONSEGUE IN FATTO LA VALIDITA’ DELLA CONCESSIONE EDILIZIA N. 331 DEL 31.8.1978.”

Gargano richiesta tecnico al Cons Ord. Geometri

Pubblicato in "Amministrazioni allegre", Comunicati, Storie Vere, Ultimissime, Ustica Hotel San Bartolomeo | Lascia un commento

Hotel San Bartolomeo. Conformità in zona sismica. Nulla Osta ex art. 18 L. n.64/1974. Certificato VVFF di Palermo

Certificato di Conformita' del Genio Civile di Palermo

Certificato di Conformita’ del Genio Civile di Palermo

Aggiornamento – accesso atti

Il certificato del 14 Giugno 1983 , rilasciato dal Genio Civile di Palermo ex art. 18 della Legge n.64 del 2.02.1974 (ndr zona sismica), conferma che “i lavori sono stati regolarmente autorizzati da “Questo Ufficio con Nulla Osta n° 17.844 del 1.10.1980 che prevedeva la costruzione di un albergo” (Hotel San Bartolomeo).

Il Nulla Osta del Genio Civile di Palermo e’ quindi stato regolarmente rilasciato ai costruttori dell’albergo in data 1 ottobre 1980 secondo l’art. 18 della Legge nazionale antisismica n. 64 del 2.02.1974: prima di questa data PER LEGGE i lavori in c.a. non dovevano iniziare; dalla stessa data decorreva l’efficacia della concessione edilizia n. 331/1978 Bonura. La Trasmissione del Nulla Osta veniva fatta ai costruttori, alla Prefettura di Palermo e al Sindaco del Comune di Ustica. Organi governativi che “non potevano non sapere” della piena regolarita’ dell’intera pratica edilizia dell’Hotel San Bartolomeo.

http://latuavocelibera.myblog.it/2015/11/18/hotel-san-bartolomeo-la-concessione-edilizia-valida/

Il Nulla Osta era stato regolarmente richiesto dai costruttori al Genio Civile di Palermo in data 05/07/1997 con prot. n. 12467.

Il certificato di Prevenzione incendi e’ stato regolarmente rilasciato dal Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Palermo in data 4 agosto 1984 “vista la relazione di visita effettuata in pari data”.

All. 1 Certificato di conformità uff del Genio Civile_Pagina_1

Certificato di conformità uff del Genio Civile_

Prima dell’1.10.1980 “nessun lavoro edilizio poteva essere iniziato” (art. 18 L. n. 64/1974), con ciò sospendendo la “decorrenza annuale della concessione edilizia n. 331/1978 dei Bonura”. Il Comune di Ustica, in pari data, veniva informato a mezzo trasmissione del certificato di Conformità e di efficacia della concessione edilizia n. 331/1978 dall’Ufficio del Genio Civile di Palermo.

Dunque in data 14 giugno 1983 il Genio Civile di Palermo rilascia la Conformità all’albergo San Bartolomeo di Ustica secondo gli articoli 17 e 18 della Legge n.64/1974 (ndr zona sismica) confermando la piena efficacia della concessione edilizia n. 331/1978.

Questo breve sunto di un errore giuridico, e “orrore giudiziario“, lungo quasi 38 anni, per Chi ancora non vuole leggere nè intendere…intelligenti pauca…

Pubblicato in "Amministrazioni allegre", Comunicati, denegata giustizia, Senza categoria, Storie Vere, Ultimissime, Ustica Hotel San Bartolomeo | 1 commento