Ustica. Il caso giudiziario dell’Hotel San Bartolomeo. Di chi e’ la regia di tutto questo?

Certificato-di-conformità-uff-del-Genio-Civile-1983_

Hotel San Bartolomeo Certificato di Conformità Genio Civile di Palermo 14 Giugno 1983

Rilascio art. 18 autorizzazione inizio lavori Genio Civile 1 ottobre 1980

Rilascio art. 18 autorizzazione inizio lavori Genio Civile
1 ottobre 1980

I Sindaci del Comune di Ustica, sino ad oggi, “non possono non sapere” che l’albergo San Bartolomeo aveva regolarmente ottenuto il Nulla Osta del Genio Civile l’1 ottobre 1980 (ex art. 18 della Legge 64/1974); “non possono non sapere” che era stata rilasciata la Conformita’ in data 14 giugno 1983 insieme al collaudo statico delle opere. Ecco il perche’.

Pubblico la raccomandata inviata dall’allora mio difensore Avv.to Meli al Comune di Ustica, nell’ottobre 1983, in cui chiedeva di annullare in autotutela l’ordinanza di demolizione del Sindaco Ailara del 5 novembre 1981 “per decadenza della concessione edilizia per mancato inizio dei lavori entro l’anno, vista la Conformita’ rilasciata il 14 giugno 1983 dal Genio Civile di Palermo sulla pratica Hotel San Bartolomeo, che dunque non era abusivo ne’ la concessione edilizia era decaduta. In allegato l’avvocato trasmetteva i documenti prodotti al TAR che aveva sospeso i provvedimenti amministrativi: l’ordinanza Ailara n.22/1981 di demolizione; la Conformita’ del 1983, il Nulla Osta del 1980 ex art. 18 L.64/1974 e i riferimenti legislativi che confermavano la piena efficacia della mia concessione edilizia n.331/1978. Seguì il Silenzio del Comune, unitamente al mancato rilascio dell’abitabilita’, che per legge era dovuta, e che poi fu rilasciata dal Comune di Ustica al curatore fallimentare solo successivamente nel 1989, su perizie tecniche ordinate e protocollate dallo stesso Comune e citate nel certificato di abitabilita’.

Ustica caso giudiziario – nella sentenza del 1993 di assoluzione dei fratelli Bonura fatti rilevanti

Ustica-Hotel San Bartolomeo Caso giudiziario-documenti causa contro Comune +2

Ustica, Hotel San Bartolomeo. Il GIP: “gravi errori civili e amministrativi”

Continua a leggere

Pubblicato in Comunicati, Senza categoria, Storie Vere, Ultimissime, Ustica Hotel San Bartolomeo | Lascia un commento

Ustica – Il caso giudiziario – Hotel San Bartolomeo: edificato ex lege 64/1974. A.R.I.G.MYBLOG

Accesso Atti presso il Genio Civile di Palermo 7 settembre 2017

Accesso Atti presso il Genio Civile di Palermo 7 settembre 2017

 

 

 

 

 

 

 

 

Genio Civile - Hotel San Bartolomeo - Conformita' e Collaudo statico - Trasmissione al Comune di Ustica e alla Prefettura di Palermo 14 giugno 1983

Genio Civile – Hotel San Bartolomeo – Conformita’ e Collaudo statico – Trasmissione al Comune di Ustica e alla Prefettura di Palermo 14 giugno 1983

Il Genio Civile di Palermo ha rilasciato conformità e collaudo statico nel 1983. La verita’ e’ venuta a galla, ed e’ pure certificata. Sono riemersi tutti i documenti per sbrogliare “la matassa”. Dal rilascio del Nulla Osta, l’1.10.1980, ad oggi tutti i sindaci di Ustica, pur avendo ricevuto gli atti amministrativi del Genio Civile di Palermo, hanno disapplicato la legge nazionale antisismica n.64/1974 che, con l’art.18, sospende le decorrenza di una concessione edilizia (annuale) sino al giorno dell’autorizzazione (Nulla Osta).Sino ad oggi la Prefettura di Palermo, che quei documenti ha ricevuto, non si e’ attivata per i dovuti provvedimenti sull’operato della P.A. di Ustica.

Conformita' rilasciata dal Genio Civile di Palermo

Genio Civile di Palermo –  Autorizzazione ex L 64/1974 -Trasmissione al Comune di Ustica

Certificato di conformità Genio-Civile-1983-trasmesso al Sindaco del Comune di Ustica e alla Prefettura di Palermo

Certificato di conformità Genio-Civile-14 giugno 1983-trasmesso al Sindaco del Comune di Ustica e alla Prefettura di Palermo

Si rende pubblico il documento, relativo all’accesso atti, del 7 settembre 2017, svolto dal Sig. Bonura Baldassare presso il Genio Civile di Palermo, relativamente alla pratica “Hotel San Bartolomeo” sito in Ustica (Pa).
Il documento, costituente un atto amministrativo vero, incontestabile e definitivo, e’ stato, già da tempo, depositato nei procedimenti penali e civili, oggi, pendenti, tra il Sig. Bonura Baldassare e il Comune di Ustica, presso la Procura della Repubblica e presso la Corte d’Appello del Tribunale di Palermo, ed e’ stato trasmesso, contestualmente, alla Prefettura di Palermo. Anche questi documenti sono stati immediatamente trasmessi agli Organi del Controllo per l’accertamento delle pretese del Comune di Ustica su un immobile alberghiero che non e’ abusivo e che è stato costruito secondo la legge vigente.
L’accesso atti presso il Genio Civile è stato espletato dal Sig. Bonura Baldassare a difesa del diritto reale in capo all’albergo, di cui il Comune di Ustica, ad oggi, non detiene alcun titolo certo di proprieta’. E’ stata dunque accertata l’esistenza della documentazione attestante la conformità dell’ “Hotel San Bartolomeo” ed il collaudo statico dell’albergo finito di costruire, in data 24 novembre 1982, secondo la Legge n. 64 del 1974 vigente in zona sismica, come da tavole tecniche del progetto originario bollato e vidimato dal Genio Civile, che poi lo trasmetteva validato con Nulla Osta al Comune di Ustica ed alla Prefettura di Palermo.
Scrive, infatti, il Dirigente del G.C. di Palermo: “Agli atti di questo ufficio risulta presentata istanza di autorizzazione d’inizio lavori di cui al prot. N. 12467 del 05/07/1977. Risulta inoltre richiesta di certificato di conformità per i lavori di cui al N.O. n. 17844 del 01/10/1980 e rilascio certificato di conformità e collaudo prot. N. 11311 del 14/06/1983”.

Quanto rinvenuto presso il Genio Civile, inconfutabilmente, accerta la piena efficacia della concessione edilizia n. 331/1978 che, in zona sismica, prende efficacia solo dopo il rilascio del Nulla Osta del Genio Civile, e mai prima di esso (diversamente si incorre nel reato di abusivismo). Prescrizione di legge che, ad Ustica, l’Hotel San Bartolomeo ha pienamente rispettato.

Questo dato di fatto e di diritto e’ stato dettagliatamente accertato, pure, dalla perizia fatta svolgere sull’albergo, in sede penale, dal Giudice Dott. Paolo Borsellino, che ne attesto’ “la conformita’ delle opere realizzate alle autorizzazioni ottenute”.

Documento della Polizia Municipale di Ustica prot. n. 4528 del 27 agosto 2007, documento estratto dall'indagine difensiva in favore di Baldassare Bonura nel proc. pen. n. 10982/2006 contro A.V. + altri archiviato dalla Procura della Repubblica di Palermo: “non esistono agli atti in possesso di quest’Ufficio verbali di abuso edilizio trasmessi ad Autorita’ Giudiziaria”.

Documento della Polizia Municipale di Ustica prot. n. 4528 del 27 agosto 2007, documento estratto dall’indagine difensiva in favore di Baldassare Bonura nel proc. pen. n. 10982/2006 contro A.V. + altri archiviato dalla Procura della Repubblica di Palermo: “non esistono agli atti in possesso di quest’Ufficio verbali di abuso edilizio trasmessi ad Autorita’ Giudiziaria”.

Leggi tutto

Pubblicato in Comunicati, Senza categoria, Storie Vere, Ultimissime, Ustica Hotel San Bartolomeo | Lascia un commento

Ustica Hotel San Bartolomeo, regolarità urbanistica, sismica, e sicurezza antincendio

RICHIESTA ACCESSO ATTI VVFF PER FACEBOOKA ulteriore dimostrazione della piena regolarità dell’Hotel San Bartolomeo di Ustica (ultimato in data 24/11/1982 secondo Legge sismica n. 64/1974), si pubblica la “certificazione di prevenzione incendi” accertata dal Sig. Baldassare Bonura, in data 28 agosto 2017, in sede di regolare “Accesso Atti “ presso il Comando Provinciale Vigili del Fuoco di Palermo.
Quindi OGGI gli Uffici della Protezione Civile, così come quelli del Genio Civile di Palermo, hanno confermato la “pratica edilizia dell’ “Hotel San Bartolomeo” con il relativo rilascio  di autorizzazione del 4/08/1984.

Anche questi documenti sono stati immediatamente trasmessi alla Prefettura di Palermo, agli Organi di controllo e nelle sedi civili e penali dove sono attualmente pendenti i processi tra il Sig. Bonura Baldassare e la PA di Ustica. 
Frontespizi Prog e Calcoli CA B_Pagina_3Frontespizi Prog e Calcoli CA B_Pagina_4

 

 

 

 

 

Frontespizi Prog e Calcoli CA B_Pagina_2

 

Frontespizi Prog e Calcoli CA B_Pagina_1Le attestazioni documentali ottenute nel corso del 2017, ed altre ancora in corso di accertamento tecnico, spiegano lo stizzoso quanto pedissequo silenzio tenuto invece dagli Uffici dell’UTC di Ustica al quale, in pari data, è stata fatta da Baldassare Bonura regolare richiesta di Accesso Civico Generalizzato ( di seguito pubblicato), per visionare la “pratica edilizia Hotel San Bartolomeo n.331 del 31 agosto 1978”. La suddetta richiesta illegittimamente è rimasta inevasa quanto dall’UTC quanto dall’uscente Sindaco pro tempoAccesso civico generalizzato agli atti Comune di Ustica_Pagina_3re di Ustica.

accesso atti oscurato

Accesso civico generalizzato agli atti Comune di Ustica_Pagina_2

Documento della Polizia Municipale di Ustica prot. n. 4528 del 27 agosto 2007, documento estratto dall'indagine difensiva in favore di Baldassare Bonura nel proc. pen. n. 10982/2006 contro A.V. + altri archiviato dalla Procura della Repubblica di Palermo: “non esistono agli atti in possesso di quest’Ufficio verbali di abuso edilizio trasmessi ad Autorita’ Giudiziaria”.

Documento della Polizia Municipale di Ustica prot. n. 4528 del 27 agosto 2007, documento estratto dall’indagine difensiva in favore di Baldassare Bonura nel proc. pen. n. 10982/2006 contro A.V. + altri archiviato dalla Procura della Repubblica di Palermo: “non esistono agli atti in possesso di quest’Ufficio verbali di abuso edilizio trasmessi ad Autorita’ Giudiziaria”.

Pubblicato in Comunicati, Storie Vere, Ultimissime, Ustica Hotel San Bartolomeo | Lascia un commento

Hotel San Bartolomeo – Ustica: il Genio Civile ha rilasciato conformità e collaudo nel 1983.

 

Accesso Atti presso il Genio Civile di Palermo 7 settembre 2017

Accesso Atti presso il Genio Civile di Palermo 7 settembre 2017

Si rende pubblico il documento, già da tempo depositato nei procedimenti penali e civili pendenti presso la Procura della Repubblica ed il Tribunale di Palermo, nonche’ trasmesso contestualmente alla Prefettura di Palermo, relativo all’accesso atti del 7 settembre 2017 del Sig. Bonura Baldassare presso il Genio Civile di Palermo, relativamente alla pratica “Hotel San Bartolomeo” sito in Ustica (Pa).

Genio Civile - Hotel San Bartolomeo - Conformita' e Collaudo statico - Trasmissione al Comune di Ustica e alla Prefettura di Palermo 14 giugno 1983

Genio Civile – Hotel San Bartolomeo – Conformita’ e Collaudo statico – Trasmissione al Comune di Ustica e alla Prefettura di Palermo 14 giugno 1983

L’accesso atti è stato espletato dal Sig. Bonura Baldassare a difesa del diritto reale in capo all’albergo, per accertare l’esistenza della documentazione attestante la conformità dell’ “Hotel San Bartolomeo” ed il collaudo dello stesso edificato in c.a. secondo la Legge n. 64 del 1974 vigente in zona sismica.

Scrive il Dirigente del G.C. di Palermo: “Agli atti di questo ufficio risulta presentata istanza di autorizzazione d’inizio lavori di cui al prot. N. 12467 del 05/07/1977. Risulta inoltre richiesta di certificato di conformità per i lavori di cui al N.O. n. 17844 del 01/10/1980 e rilascio certificato di conformità e collaudo prot. N. 11311 del 14/06/1983”.

Certificato-di-conformità-uff-del-Genio-Civile-1983_

Certificato-di-conformità-Uff-del-Genio-Civile-14 giugno 1983

 

 

 

 

 

 

 

 

Documento della Polizia Municipale di Ustica prot. n. 4528 del 27 agosto 2007, documento estratto dall'indagine difensiva in favore di Baldassare Bonura nel proc. pen. n. 10982/2006 contro A.V. + altri archiviato dalla Procura della Repubblica di Palermo: “non esistono agli atti in possesso di quest’Ufficio verbali di abuso edilizio trasmessi ad Autorita’ Giudiziaria”.

Documento della Polizia Municipale di Ustica prot. n. 4528 del 27 agosto 2007, documento estratto dall’indagine difensiva in favore di Baldassare Bonura nel proc. pen. n. 10982/2006 contro A.V. + altri archiviato dalla Procura della Repubblica di Palermo: “non esistono agli atti in possesso di quest’Ufficio verbali di abuso edilizio trasmessi ad Autorita’ Giudiziaria”.

Certificato di conformità Genio Civile 14 giugno 1983

Certificato di conformità Genio Civile 14 giugno 1983

Ciò corrisponde, e quindi attesta veridicità, a quanto, da tempo, già trasmesso dal Sig. Bonura a tutti gli Organi Inquirenti, di Governo e di Controllo, ovvero al fatto che a quella data, 14 giugno 1983, non solo al Sig. Bonura, ma anche alla Prefettura di Palermo e al Sindaco del Comune di Ustica veniva trasmesso il documento dal Genio Civile attestante il certificato di conformità e di collaudo dell’Hotel San Bartolomeo: tant’è che al Genio Civile OGGI l’albergo non risulta abusivo. Infatti, negli uffici del Genio Civile risultano esistenti i fogli del registro cartaceo sui quali vennero annotate le istanze ed i protocolli dei documenti in questione, che quindi attestano la piena regolarità dell’Hotel San Bartolomeo di Ustica, seppure “sprovvisti di posizione di archivio”.

Vista la “negligenza” con cui alcuni giornalisti di talune testate locali hanno pubblicato articoli sull’Hotel San Bartolomeo, senza interpellare il proprietario, né quindi accertando fonti e documenti riguardanti l’intera pratica edilizia dello stesso, si è ritenuto doveroso rendere pubblica questa ennesima prova della piena regolarità dell’Hotel San Bartolomeo 4 stelle di Ustica, che si è voluto far chiudere con un guazzabuglio di errori firmati da provetti quanto noti “azzeccagarbugli”  che, prove alla mano, meritano questa sempreverde citazione manzoniana.

All.-n-14-Perizia-Riina_Pagina_01

 Ustica. Hotel San Bartolomeo. Il perito: “non è abusivo”

Perizia tecnica sulla Concessione Edilizia n. 331 Bonura – disposta dal Comune di Ustica, a seguito di nota n. 4415 del 6 luglio 1985 inviata al Collegio dei Geometri della Provincia di Palermo, la cui risposta fu protocollata al Comune il 3 agosto 1985 con Prot. N° 5077.

Così scrive il Geometra: in merito all’ “INIZIO DEI LAVORI”:

• Come detto precedentemente, la concessione n. 331 fu rilasciata dal Comune in base al progetto presentato dai concessionari e munito del visto n. 12467 dell’Ufficio del Genio Civile del 5.7.I977 soltanto ai sensi dell’art. I7 della legge 2.2.1974 n. 64.

• In tale visto l’Ufficio del Genio Civile nel prescrivere la esecuzione di alcuni adempimenti da parte dei concessionari (indagini geognostiche da effettuare a seguito degli scavi di sbancamento ed in base ai quali risultati confermare i calcoli di staticità e l’adozione delle strutture di fondazioni con travate anche perimetrali da cui inizino le armature dei pilastri), subordinava a tali adempimenti la autorizzazione ad iniziare i lavori ai sensi dell’art. 18 della legge 2.2.1974 n. 64.

•L’art. I8 della sopracitata legge recita testualmente “FERMO RESTANDO L’OBBLIGO DELLA LICENZA EDILIZIA DI COSTRUZIONE PREVISTA DALLA VIGENTE LEGGE URBANISTICA, NELLE LOCALITA’ SISMICHE…NON SI POSSONO INIZIARE I LAVORI SENZA AUTORIZZAZIONE SCRITTA DALL’UFFICIO DEL GENIO CIVILE.

Conclude il Geometra : “DA QUANTO ESPOSTO SOPRA NE CONSEGUE IN FATTO LA VALIDITA’ DELLA CONCESSIONE EDILIZIA N. 331 DEL 31.8.1978.”

Gargano richiesta tecnico al Cons Ord. Geometri

Pubblicato in "Amministrazioni allegre", Comunicati, Storie Vere, Ultimissime, Ustica Hotel San Bartolomeo | Lascia un commento

Hotel San Bartolomeo. Conformità in zona sismica. Nulla Osta ex art. 18 L. n.64/1974. Certificato VVFF di Palermo

Certificato di Conformita' del Genio Civile di Palermo

Certificato di Conformita’ del Genio Civile di Palermo

Aggiornamento – accesso atti

Il certificato del 14 Giugno 1983 , rilasciato dal Genio Civile di Palermo ex art. 18 della Legge n.64 del 2.02.1974 (ndr zona sismica), conferma che “i lavori sono stati regolarmente autorizzati da “Questo Ufficio con Nulla Osta n° 17.844 del 1.10.1980 che prevedeva la costruzione di un albergo” (Hotel San Bartolomeo).

Il Nulla Osta del Genio Civile di Palermo e’ quindi stato regolarmente rilasciato ai costruttori dell’albergo in data 1 ottobre 1980 secondo l’art. 18 della Legge nazionale antisismica n. 64 del 2.02.1974: prima di questa data PER LEGGE i lavori in c.a. non dovevano iniziare; dalla stessa data decorreva l’efficacia della concessione edilizia n. 331/1978 Bonura. La Trasmissione del Nulla Osta veniva fatta ai costruttori, alla Prefettura di Palermo e al Sindaco del Comune di Ustica. Organi governativi che “non potevano non sapere” della piena regolarita’ dell’intera pratica edilizia dell’Hotel San Bartolomeo.

http://latuavocelibera.myblog.it/2015/11/18/hotel-san-bartolomeo-la-concessione-edilizia-valida/

Il Nulla Osta era stato regolarmente richiesto dai costruttori al Genio Civile di Palermo in data 05/07/1997 con prot. n. 12467.

Il certificato di Prevenzione incendi e’ stato regolarmente rilasciato dal Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Palermo in data 4 agosto 1984 “vista la relazione di visita effettuata in pari data”.

All. 1 Certificato di conformità uff del Genio Civile_Pagina_1

Certificato di conformità uff del Genio Civile_

Prima dell’1.10.1980 “nessun lavoro edilizio poteva essere iniziato” (art. 18 L. n. 64/1974), con ciò sospendendo la “decorrenza annuale della concessione edilizia n. 331/1978 dei Bonura”. Il Comune di Ustica, in pari data, veniva informato a mezzo trasmissione del certificato di Conformità e di efficacia della concessione edilizia n. 331/1978 dall’Ufficio del Genio Civile di Palermo.

Dunque in data 14 giugno 1983 il Genio Civile di Palermo rilascia la Conformità all’albergo San Bartolomeo di Ustica secondo gli articoli 17 e 18 della Legge n.64/1974 (ndr zona sismica) confermando la piena efficacia della concessione edilizia n. 331/1978.

Questo breve sunto di un errore giuridico, e “orrore giudiziario“, lungo quasi 38 anni, per Chi ancora non vuole leggere nè intendere…intelligenti pauca…

Pubblicato in "Amministrazioni allegre", Comunicati, denegata giustizia, Senza categoria, Storie Vere, Ultimissime, Ustica Hotel San Bartolomeo | 1 commento

Ustica, Hotel San Bartolomeo. Il GIP: “gravi errori civili e amministrativi”

Archiviazione-Gip-Roberto Riggio-Tribunale di Palermo

Archiviazione-Gip-Roberto Riggio-Tribunale di Palermo

 

Archiviazione Gip Riggio jpeg_Pagina_2Aggiornamento 

Hotel San Bartolomeo Ustica. Al di là di tutte le false notizie diffuse a mezzo stampa, il Comune di Ustica oggi non è proprietario dell’albergo, come da accertamento della Stazione Carabinieri di Ustica. La proprietà dell’albergo attualmente e di fatto è del sig. Baldassare Bonura che l’ha acquistato per usucapione. Il giudizio per la dichiarazione dell’intervenuto usucapione pende in Corte d’Appello.

La reintegra del possesso richiesta dal Comune di Ustica attualmente è sub judice in pendenza di giudizio civile.

L’ordinanza sindacale n. 22 del 1981 di “decadenza della concessione edilizia”, con accertamenti anche in sede penale dell’ordinanza n. 23/2001, è sub Judice in Corte d’Appello nell’altro giudizio civile per querela di falso in via principale. Ad oggi nessuna attività giudiziaria sopra indicata è “passata in giudicato”. Leggi tutto

Comunicato

Lo scorso 6 febbraio 2017, dopo due anni dalla denuncia sporta dal Sig. Baldassare Bonura, volta a tutelare il diritto reale di proprietà dell’Hotel San Bartolomeo di Ustica contro la Pubblica Amministrazione, il Gip del Tribunale di Palermo ha depositato la 6^ archiviazione, che, ragionevolmente, nei fatti, smentisce le cinque precedenti emesse da Pm e Gip di Palermo negli ultimi quindici anni.

Dalla recente archiviazione emerge che, l’Hotel San Bartolomeo, giuridicamente, non è abusivo; però, sino ad oggi, i responsabili di gravi errori civili e amministrativi” che lo hanno erroneamente definito “abusivo” sono assolti dalla prescrizione del reato, se non “per morte del reo. Nel frattempo sindaci, legali e assessori del Comune di Ustica proseguono nella disinformazione mediatica “dell’hotel abusivo” su Internet e su Facebook, insistendo su un copione ormai vecchio, la cui credibilità è ormai pubblicamente smentita nelle opportune sedi giudiziarie.

La denuncia del Sig. Bonura, sebbene nell’archiviazione si insista nell’iscrizione contro “IGNOTI”, era stata sporta contro quei soggetti che, nel corso degli ultimi dieci anni (e invero sino ad oggi) hanno ricoperto ruoli apicali negli Organi amministrativi esecutivi del Comune di Ustica. Oggi, visti i fatti nuovi avvenuti, per gravità ed urgenza, potrebbe essere riproposta la richiesta di riapertura di indagini.

Nell’archiviazione il Gip, con perizia e ragionevolezza, ha evidenziato che “sarebbero potuti emergere gravi errori civili ed amministrativi”, che, oggi, però, risulterebbero prescritti. Quindi, in sede di indagini, si è preso atto della conformità delle opere dell’Hotel San Bartolomeo, come da perizia penale svolta su ordine dell’allora Giudice Dott. Paolo Borsellino (novembre 1982); del rilascio della Conformità del Genio Civile di Palermo (ottobre 1983); infine dell’abitabilità (1989);  oltre che dell’intera certificazione relativa sia al progetto che all’esecuzione delle opere, compreso il pagamento degli oneri di urbanizzazione, dell’allaccio fognario, dell’allaccio elettrico e del pagamento di utenze di acqua e di luce, tutte a carico del proprietario dell’Hotel.

Nei fatti questi “gravi errori civili e amministrativi” (comprese le sentenze civili di primo grado oggi appellate per illogicità e violazione del diritto di difesa) sono costati al Sig. Bonura la perdita dell’attività alberghiera e un fallimento non giustificato dagli atti e dai documenti presentati in denuncia. Senza dimenticare che l’inesistente “abusivismo dell’Hotel San Bartolomeo” è sfruttato, da un trentennio, da alcuni dei sindaci di Ustica come “campagna mediatica della lotta all’abusivismo”; un cavallo zoppo, però, che inciampa nell’ingiusta e persecutoria azione amministrativa sparata unicamente contro un onesto imprenditore, e nella miopia verso l’abusivismo che, oggi, sussiste ad Ustica, indisturbato e non perseguito. Come da documentazione di rilievo pubblico già depositata in altre sedi inquirenti. Continua a leggere

Pubblicato in Comunicati, Storie Vere, Ultimissime, Ustica Hotel San Bartolomeo | 1 commento

Ustica Hotel San Bartolomeo, l’Ordinanza del Comune è appellata

HSB-2

Foto del post del blog “Ustica sape” del 6 febbraio 2016, attestante il giorno esatto in cui i catenacci sono stati sostituiti dal Sig. Baldassare Bonura.

Comunicato

In data odierna si è svolta, presso la II^ Sez. del Tribunale di Palermo, l’udienza in sede Collegiale per l’appello posto dal Sig. Bonura Baldassare, proprietario dell’albergo San Bartolomeo, contro l’Ordinanza del Giudice Dott.ssa Condorelli esitata dopo il reclamo possessorio depositato, in data 14 ottobre 2016, dal Comune di Ustica. All’udienza in data odierna si costituiva un legale del Comune depositando memorie di risposta.

Il Giudice del Collegio ha accettato la richiesta di rinvio fissando la prossima udienza, aprile 2017, compreso la richiesta di deposito di ulteriori note in favore dell’appellante Sig. Bonura.

Di seguito si pubblica la dichiarazione depositata, spontaneamente e di persona, dal Sig. Bonura ai Carabinieri di Ustica in data 6 febbraio 2016, dopo avere apposto i nuovi catenacci all’Hotel. Su questo documento, visto quanto dedotto nella suddetta Ordinanza appellata, è stato richiesto dal Sig. Bonura l’accertamento dei fatti del 6 febbraio 2016 al GIP in sede penale, e di eventuali reati che dovessero emergere nella dettagliata memoria depositata.

Dichiarazone depositata di persona dal Sig. Bonura al Comandante della legione Carabinieri di Ustica in data 6 febbraio 2016

Dichiarazione depositata di persona dal Sig. Bonura al Comandante della legione Carabinieri di Ustica in data 6 febbraio 2016

E’ bene che la Comunità usticese sappia che il Sig. Bonura, in data 6 febbraio 2016, diversamente da quanto travisato dallo staff legale del Comune, in atti e alla stampa, non è stato colto in flagranza di reato né dai Carabinieri di Ustica, contestualmente informati, passo dopo passo, dell’apposizione di nuovi catenacci all’albergo, né dal Vigile della Polizia Municipale di Ustica. Fatti invece travisati e perciò, già da tempo, resi noti in denunce anche ad altre Autorità inquirenti e del controllo.

Della Polizia Municipale di Ustica, invece, risulta che non esista nei suoi Uffici un verbale di abusivismo dell’Hotel trasmesso alle Autorità Giudiziarie; come da documento già prodotto dal Sig. Bonura alle suddette Autorità perchè si indaghi sulla “natura” dell’abusivismo dell’Hotel San Bartolomeo.

Inoltre dal Sig. Bonura è stata presentata congrua documentazione, sia in sede di appello all’Ordinanza del Giudice Condorelli, sia in sede penale, che dimostra che il possesso “vantato dal Comune”, è stato più volte interrotto, sia dal 2002 sino al 2009, viste le aggiudicazioni in sede di due aste giudiziarie (2002 e 2004) con annullamento della vendita solo nel 2009; poi, dal 2008 al 2011, l’albergo è stato posto sotto sequestro giudiziario in favore del Sig. Bonura parte lesa, nel procedimento penale allora aperto n. 10982/2006 contro Vito Ailara + altri (Pm Dott. Ennio Petrigni) e archiviato addirittura dopo tre anni. Tutto ciò ha palesemente interrotto il possesso, tuttavia oggi reclamato dal Sindaco e dai suoi legali. Nel 2013 è stato, infine, dichiarato l’acquisto della proprietà dell’albergo per usucapione in favore del Sig. Baldassare Bonura, le cui ragioni di diritto  sono state accertate dal collegio dei legali della Mediazione obbligatoria, dove il Comune di Ustica non si è presentato.

Altresì è stata prodotta, sia in sede penale che civile, documentazione di rilievo pubblico attestante che: il Comune ad oggi “non detiene alcun titolo di proprietà” dell’albergo. Peraltro al Catasto di Palermo, oggi, risulta che l’albergo è, illegittimamente, intestato pure a terzi estranei al Comune di Ustica (anomalia di cui si è chiesto accertamento).

Sulla proprietà dell’albergo, inoltre, esiste dal 2013 già un medesimo procedimento civile, oggi pendente in Appello, attivato dal Sig. Bonura dopo la fase della Mediazione Obbligatoria. L’acquisto per usucapione (possesso ventennale di un immobile) già maturato in favore del Sig. Bonura, non necessita di alcuna sentenza secondo quanto statuito dalla Cassazione. Quindi la causa civile pendente verte sul semplice accertamento della proprietà, già di fatto acquisita dal Sig. Bonura, con prossima udienza nel maggio 2018. Per cui c’è litispendenza rispetto al reclamo attivato solo di recente dal Comune.

Seguirà la pubblicazione di recentissimi esposti e denunce relativi alla questione pendente sull’Hotel, e non chiusa come qualcheduno dei legali del Sindaco continua a dedurre in giudizi e sui giornali.

Si annota, infine, un fatto anomalo immediatamente segnalato alle Forze dell’ordine dal Giudice del Collegio: durante l’odierna udienza tra il Sig. Bonura ed il legale del Comune di Ustica, due soggetti venivano colti in flagrante mentre, con il telefonino, riprendevano quanto stavano esponendo gli avvocati. Il Giudice, tempestivamente, ha bloccato i due soggetti chiamando i Carabinieri, e informando i due soggetti che è severamente vietato fare alcuna ripresa in aula dibattimentale. Saranno le Autorità ad accertare chi siano i due soggetti e perché abbiano violato il regolamento del Tribunale e la privacy.

http://arig.myblog.it/

 

Pubblicato in Comunicati, Ultimissime, Ustica Hotel San Bartolomeo | Lascia un commento

Repost: Hotel San Bartolomeo, usucapione di Baldassare Bonura da La Tua Voce Libera A. R. I. G. Associazione Rimedi Ingiustizie Giudiziarie

Si rende noto che attualmente sull’Hotel San Bartolomeo di Ustica sono pendenti due procedimenti civili in sede de Corte d’appello di Palermo: 1) Querela di falso in via principale con udienza nel prossimo giugno 2018 (rinvio udienza d’ufficio)  per l’ accertamento sulla legittimità delle ordinanze sindacali Ailara n.ri 20 “sospensione lavori” e 22 “decadenza concessione edilizia” del 1981; pende ulteriore richiesta di accertamento sull’ordinanza n. 23 Licciardi/Mancuso “acquisizione al patrimonio comunale” del 2001 ; 2) Giudizio civile per Usucapione già dichiarato in sede di Mediazione Obbligatoria (2013), prossima udienza maggio 2018 con prescrizione dei diritti del Comune di Ustica e cancellazione della trascrizione del 2001.

 

 

Commenti disabilitati su Repost: Hotel San Bartolomeo, usucapione di Baldassare Bonura da La Tua Voce Libera A. R. I. G. Associazione Rimedi Ingiustizie Giudiziarie

Hotel San Bartolomeo. Denunciata la testata “Meridionews” e il Sindaco di Ustica

HSB-2

A seguito dell’articolo del 22 gennaio 2017 riguardante la vicenda giudiziaria dell’hotel San Bartolomeo di Ustica, avendo ricevuto un riscontro del Sig. Antonio Mercurio giornalista della suddetta testata giornalistica, autore dell’articolo, solo nel tardo pomeriggio del 23 gennaio, cui avevo chiesto l’immediata rettifica dell’articolo inviandogli un dettagliato resoconto, rispondo pubblicamente.

Comunico che dopo 24 ore dalla pubblicazione dell’articolo “Ustica, dopo 35 anni hotel abusivo torna al Comune. Ora si pensa al suo riutilizzo: «Sociale o turistico»” del 22 gennaio 2017, recante notizie false, tendenziose e prive di alcun fondamento, essendo ormai virale la diffusione del suddetto articolo “sparato” su Internet dalla testata giornalistica, e poi dal Sindaco sul suo profilo politico Facebook, ho proceduto, di concerto con il Sig. Salvatore Russo, tirato in ballo artatamente nell’intera questione giudiziaria dell’hotel, senza averne né possesso, nè proprietà, nè responsabilità né alcun altro legame con suddeto hotel, a denunciare il suddetto giornalista, per diffamazione e calunnia continuata a mezzo stampa e per violazione dell’art. 832 c.c. per interferenze contro il diritto di proprietà unitamente al Sindaco di Ustica, Dott. Attilio Licciardi, al Direttore responsabile della testata giornalistica “Meridionews” Sig.ra Claudia Campese, per la pubblicazione di notizie false, mendaci e diffamatorie diffuse nell’articolo.

La deontologia professionale del giornalista pretende che prima di pubblicare una notizia se ne accertino l’attendibilità delle fonti, i documenti, e che si senta non solo una parte, ma entrambe; dovere professionale non osservato dal giornalista.

Nelle opportune sedi giudiziarie il giornalista potrà spiegare a chi di dovere chi ha costruito l’hotel; perché l’hotel “sia abusivo”; insieme alla spiegazione giudiziaria di date e sentenze da lui sommariamente riportate nell’articolo.

Baldassare Bonura

Pubblicato in Comunicati, Media, Ultimissime | Lascia un commento

Hotel San Bartolomeo: denunciato nuovamente il Sindaco di Ustica

HSB-2

Il Signor Baldassare Bonura, in qualità di usucapiente e quindi di proprietario, e sino ad oggi, dell’immobile Hotel San Bartolomeo sito nel Comune di Ustica (PA), indipendentemente da un giudizio civile di accertamento tutt’ora in corso, visto che il Sindaco ha diffuso notizie non vere né obiettive nel tribunale virtuale del suo profilo Facebook sull’intera questione giudiziaria dell’hotel, lo ha nuovamente denunciato alla A.G. per “interferenza sul diritto di proprietà”. La legge sancisce che “il  rapporto, tra proprietario e bene, è esclusivo, nel senso che la legge non ammette interferenze di altri soggetti nel rapporto con il bene e che il proprietario ha il diritto di godere e disporre delle cose in modo pieno ed esclusivo”.

L’intento del Sindaco di Ustica è chiaramente quello di ledere, intenzionalmente, il diritto costituzionale di un cittadino di difendere i propri diritti con mezzi leciti e nelle sedi a ciò deputate.

Gli scopi, gli obiettivi e gli interessi sottesi a un siffatto comportamento, che esorbitano dalle competenze di un pubblico ufficiale, quale è un Sindaco, è giusto che siano sottoposti al vaglio dell’A.G. per gli accertamenti richiesti.

Baldassare Bonura arig.myblog.it il 21 gennaio 2017

Hotel San Bartolomeo. Depositato reclamo contro reintegra del Comune di Ustica Arig.myblog.it il 21 gennaio 2017

Pubblicato in Comunicati, Storie Vere, Ultimissime | Lascia un commento